sc2016-0Scuola di Spiritualità Mistica
Anno 2016-2017

Lectio magistralis. All’ingresso della città: la novità dei Carmelitani Scalzi, santa Maria di Nazareth e l’area di san Giobbe. Gianmario Guidarelli31 ottobre 2016

Il Tiepolo a Venezia: le opere giovani agli Scalzi e le pitture della Scuola Grande dei Carmini. Claudio Ricciardi7 novembre

Visita guidata alla Scuola Grande dei Carmini. Emanuela Zucchetta14 novembre

1968 001Curare la storia tanto dell’Ordine intero quanto delle singole realtà è  una saggia preoccupazione che risale alla nostra stessa S. Madre Teresa, come dimostrano le sue lettere e le sue Fondazioni. In questa linea si colloca in questi giorni il lavoro di P. Rodolfo Girardello, del nostro convento di Trento, che dopo tre anni di ricerca arriva a pubblicare I Carmelitani Scalzi della Provincia Veneta, Edizioni OCD, 2016, pp. 416. 

Come egli precisa nella Prefazione, si tratta della storia “degli avvenimenti più im­portanti che riguardano la Provincia religiosa dei Carmelitani Teresiani, nati nel 1633 dentro i confini dell'allora Repubblica di S. Marco di Venezia”. E’ una storia che non parla solo dei frati, ma anche delle monache e dei terziari di questa Provincia che, inizialmente avviata dalla Provincia Lombarda, è stata eretta come realtà indipendente e a  titolo pieno nel 1677, un anno dopo la beatificazione di  Giovanni della Croce, scelto come suo patrono.

Si ha qui forse una storia edificante? Se lo chiede lo stesso autore. “Sostanzialmente sì, perché pervasa da una tensione spirituale autentica e spesso alta. Certo non esente da limiti umani inevitabili, presentati senza paure ma anche senza inutili sincerità. In tutto il racconto si evita l'enfasi e anche lo stile scelto, usando un tono forse anche troppo notarile e scabro, badando ad annotare solo fatti e persone, onestamente.”

vlcsnap-2016-09-12-16h50m41s573

Sabato 10 settembre 2016 è stato un giorno memorabile, di quelli che non capitano tanto spesso: sei novizi della Provincia Veneta dei Carmelitani Scalzi hanno fatto la loro Professione semplice e sono diventati frati, consacrandosi per ora in forma provvisoria, come richiede la Chiesa, ma in attesa che fra qualche anno il “per sempre” che hanno in cuore lo diventi a tutti gli effetti. Ecco i loro nomi: Gabriele del Padre, Iacopo di Maria Bambina, Omar dell’Amore Misericordioso, Francesco dell’Eucaristia, Michele della Croce, Francesco di Gesù.

fr

Sabato 3 settembre a Lamon (BL) fra Fabio di Maria della Croce, frate della nostra Provincia veneta, è stato ordinato presbitero nella Celebrazione eucaristica presieduta dal Vescovo diocesano Renato Marangoni, alla presenza del P. Provinciale, di numerosissimi padri della Provincia, dei novizi, studenti e postulanti, del clero locale, delle autorità cittadine e dell’aula gremita di fedeli.  

di P. Aldino Cazzago ocd

teresacalcutta s

Povera Madre Teresa, a 19 anni dalla morte avvenuta il 5 settembre 1997 e a 13 dalla sua beatificazione avvenuta il 19 ottobre 2003, la sua persona e il suo operato sembrano non trovare ancora pace. Come era facilmente prevedibile, anche all’approssimarsi della sua canonizzazione non è mancato chi ha sfoderato un repertorio di accuse. Niente di nuovo si dirà, visto che su di lei sono già state riversate pagine di miope critica, di travisamento della realtà, se non di autentiche menzogne. Paolo Villaggio, la docente di Cambridge Germaine Greer e il giornalista Christopher Hitchens, noto per il suo ateismo militante, sono soli alcuni dei nomi di “intolleranti e “allergici” a Madre Teresa.

 DSC4546-001

Questa mattina, festa di S. Teresa Margherita Redi, nel convento di Trento i quattro postulanti della nostra Provincia hanno ricevuto l'abito dei fratelli di Nostra Signora del Monte Carmelo per mano del P. Provinciale, oltre all'imposizione del nome religioso: F. Dario del Cuore immacolato di Maria (Cusumano), F. Andrea di Gesù e Maria (Tesser), F. Piero di Gesù crocifisso (Graziani), F. Gianluigi del Cuore di Gesù (Montanari), . 

Al rito, all'interno delle Lodi mattutine, hanno partecipato i padri conventuali, P. Gianni Bracchi e P. Rosario Bologna maestri della formazione, gli studenti carmelitani di teologia di Brescia e, ovviamente, i sei novizi già presenti in Trento, che fra una settimana emetteranno i voti della prima professione: per pochi giorni dunque la Provincia veneta avrà ben dieci novizi! Mentre per quest'anno si aspetta l'inizio del cammino di due nuovi postulanti. 

frafabio 1Sabato 3 settembre, alle ore 16, presso la chiesa del Sacro Cuore di Lamon (BL), il nostro F. Fabio di Maria della Croce (Fabio Roana) nella celebrazione eucaristica sarà ordinato sacerdote dal Vescovo diocesano S. E. Mons. Renato Marangoni.

La comunità parrocchiale si prepara con una veglia eucaristica giovedì 1 settembre alle 20:30.

La prima messa di P. Fabio (cui, ricordiamo, è concessa l'indulgenza plenaria per chi vi partecipa) si terrà domenica 4 settembre alle 10:00 nella medesima chiesa. 

sant

Sabato 10 settembre i sei novizi della Provincia veneta emetteranno i voti di obbedienza, castità e povertà nella loro prima professione, che avverrà durante la celebrazione eucaristica delle 16:30 presso la nostra Basilica di S. Teresa di Gesù Bambino in Verona Tombetta. Tutti possono partecipare per lodare insieme il Signore e accompagnare questi fratelli nel loro ingresso ufficiale nel Carmelo. 

"Con la professione religiosa, i fratelli assumono i tre consigli evangelici con voto pubblico; sono consacrati a Dio mediante il ministero della Chiesa e vengono incorporati all'Ordine con i diritti e i doveri definiti dal Diritto"
(Costituzioni dell'Ordine, n° 119)

di Maria Giovanna

ortomistico laggia-768x523

Uno splendido articolo di Alberto Laggia sulla rivista Credere uscita il 31 luglio parla del Giardino Mistico (rivista in edicola).

Chi vuole leggere l’articolo completo lo può scaricare al link qui sotto:
Nel “Giardino Mistico” della Laguna

(Articolo di Credere N°31, 31 luglio 2016, pagine 32-36)

Link amico del Giardino Mistico