0001

Sabato 9 settembre i tre novizi della Provincia veneta emetteranno i voti di obbedienza, castità e povertà nella loro prima professione, che avverrà durante la celebrazione eucaristica delle 16:30 presso la nostra Basilica di S. Teresa di Gesù Bambino in Verona Tombetta. Tutti possono partecipare per lodare insieme il Signore e accompagnare questi fratelli nel loro ingresso ufficiale nel Carmelo. 

 DSC2903

Oggi 28 agosto nel convento di Trento, durante la celebrazione delle lodi, è avvenuta la vestizione dei due postulanti che ora cominceranno il loro anno di noviziato: fra Alessandro del Nome di Gesù e fra Francesco di Gesù il Nazareno. La breve meditazione del P. Provinciale Aldino ha sottolineato quanto lo stesso rito della vestizione ha posto sulle labbra dei due postulanti: "Chiediamo di fare esperienza della vostra vita comunitaria nel desiderio di seguire perfettamente Cristo in questa famiglia religiosa dei Frati Scalzi della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo".

di Emanuele Palmieri

thumb Grest 2017-241

“Allora, Emanuele? Com’è andata l’avventura a Verona?”. Ricordo ancora con grande gioia l’inno cantato a squarciagola da noi animatori e dai bambini davanti ai loro genitori sul palco del teatro parrocchiale, al termine dello spettacolo di fine Grest. Ricordo ancora il caldo afoso, il sudore che c’inondava la schiena, le braccia e il petto, lo strillare dei bambini, i loro sorrisi, le sane e moderate sclerate da “adulto” che qualche volta ci toccava fare. Ricordo l’attenzione, la stanchezza, l’affanno, la generosità, la bellezza, il timore e mille altre sensazioni che ogni mio più piccolo gesto suscitava nel mio cuore. Ricordo la forte presenza nei miei pensieri di una sorta di sensazione di responsabilità – qualche volta troppo eccessiva – verso tutto e tutti; specialmente verso i più piccoli. Ricordo ancora gli occhi dei bambini, degli amici fidati, dei “colleghi” animatori.

“Allora, Emanuele? Com’è andata l’avventura a Verona?”. Così, da quando ormai sono tornato alla mia Bergamo, mi si rivolgono incalzanti amici e parenti. Vogliono sapere da me com’è andata, com’è stato trovarmi lì a Verona – ormai già per il secondo anno – a lavorare per quattro settimane come animatore per la parrocchia di “Santa Teresa di Gesù Bambino”, situata in un quartiere a sud di Verona. Troppe parole servirebbero per rispondere a tale insistenza, mi limito quindi a rispondere che è stato meraviglioso. La meraviglia è prevalsa su ogni sorta e tipo di fatica durante quelle quattro settimane e, in special modo, in quella sera del 29 luglio, ai saluti finali.

2017-08-05 08 29 01-Home

Oggi ricorre la Solennità della Madonna della Neve del nostro santuario di Adro (Bs), luogo in cui nel 1519 la Madonna apparve a un pastorello sordomuto guarendolo dalla sua malattia e lasciandogli un messaggio di conversione per la popolazione locale. Come molti altri luoghi di apparizioni mariane nell'orbe cattolico, anche questo ricevette il titolo di "Madonna della Neve" in comunione con la Basilica di S. Maria Maggiore di Roma, prima chiesa dedicata a Maria in occidente, sul colle Esquilino dove sotto il pontificato di papa Liberio il 5 agosto si verificò una miracolosa nevicata. 

di P. Ermanno Barucco ocd

estasi

Dopo la morte di una ragazza di 16 anni, per una pasticca di ecstasy...

Il vuoto spirituale della società occidentale attuale spinge a rimpiazzare le vere esperienze spirituali con dei cloni fisici o farmaceutici. Spopolano infatti alcune interpretazioni dell’Estasi di santa Teresa del Bernini che descrivono l’estasi solo come l’esperienza di un orgasmo sessuale, divinamente ispirato semmai. E le pasticche di ecstasy che i giovani assumono al posto delle droghe classiche sono spesso il tentativo di rimpiazzare lo spirituale, che pochi o nessuno fanno percepire loro, con lo sballo fisico, cerebrale, viscerale od emozionale che sia, così da scimmiottare lo spirituale con il farmaceutico. Scimmiottandolo appunto... come si evince dal tormentone di Sanremo Occidentali’s Karma: “la scimmia nuda balla”.

IMG 8175 - CopiaPaolo da Caylina il Giovane, Gesù Risorto appare a San PietroDa giovedì 29 giugno a domenica 2 luglio 2017, presso la chiesa e il convento di San Pietro in Oliveto, si terrà la tradizionale Festa di San Pietro.

arborelius

Annunciamo con gioia la prossima creazione a cardinale di Anders Arborelius, nostro confratello svedese attualmente vescovo di Stoccolma. Lo ha detto ieri Papa Francesco al termine del Regina Coeli, annunciando anche la data della effettiva nomina al cardinalato, che si terrà durante il concistoro del prossimo 28 giugno. 

Ecco un breve profilo biografico del nostro nuovo cardinale (attualmente l'unico carmelitano a rivestire la porpora cardinalizia, nonché il primo cardinale scandinavo della Storia della Chiesa!):

Nato nel 1947 a Sorengo (Svizzera) da genitori svedesi, è cresciuto a Lund, nella Svezia meridionale. Dopo aver praticato la fede cristiana nella confessione luterana, a vent'anni si è convertito al cattolicesimo e nel 1971, affascinato dalla lettura di S. Teresa di Gesù Bambino, è entrato nel nostro Ordine dei Carmelitani Scalzi. Ha studiato teologia a Bruges, dove ha preso i voti, e presso la nostra facoltà teologica del Teresianum a Roma. Nel 1979 è stato ordinato sacerdote dall'allora vescovo di Stoccolma Hubertus Brandenburg. Per molti anni ha vissuto nel convento di Norraby, nel comune di Svalöv, nel sud della Svezia.

mdl

Il Coro Madonna delle Laste, diretto da Cecilia Vettorazzi, docente al Conservatorio F. A. Bonporti di Trento, terrà in due date un concerto-meditazione in onore della Madre di Dio nel mese di maggio a lei dedicato. Le meditazioni saranno condotte da P. Gianni Bracchi, autore delle musiche di alcuni dei brani che verranno eseguiti (a questa pagina è possibile ascoltarne un saggio). Ingresso libero.
Di seguito il programma:

Domenica 21 maggio, ore 20.30, santuario della Madonna di Montagnaga, Baselga di Piné

Sabato 27 maggio, ore 20.30, santuario della Madonna delle Laste, Trento

Siamo sempre in tempo per pubblicare gli auguri pasquali del nostro missionario in Madagascar, P. Italo Padovan. Chiunque volesse contribuire alla missione può farlo qui.

baobabmorondava

Carissimi Amici della nostra Missione del Madagascar, pace e gioia nel Signore Risorto per noi tutti! 
Sono Padre Italo e come già sapete mi trovo di nuovo in Missione in Madagascar da alcuni mesi a servizio del nostro Vescovo malgascio-carmelitano (è stato mio alunno in Seminario) della vasta Diocesi di Morondava, nel sud-ovest del Madagascar. La situazione socio-economica della zona è, purtroppo di estrema povertà, aggravata da isolamento e disinteressamento da parte delle autorità costituite.