di P. Stefano Conotter ocd

laudatosi

È un dato di fatto che nei suoi testi magisteriali più importanti Papa Francesco ama citare San Giovanni della Croce[1]. Certamente questo si spiega perché Bergoglio è stato professore di letteratura in Argentina e quindi non poteva non conoscere approfonditamente uno dei più importanti poeti di lingua spagnola. Mi sembra però che si possa cogliere anche un’affinità d’animo più profonda che secondo me emerge particolarmente nella lettera enciclica Laudato si’, di cui è stato celebrato il quinto anniversario dalla pubblicazione il 24 maggio scorso.

St Therese featured 1280x720

di F. Iacopo Iadarola ocd

Cento anni fa veniva canonizzata santa Giovanna d'Arco, memoria liturgica odierna. Vogliamo celebrarla segnalando ai nostri lettori la bolla di canonizzazione di Benedetto XV (16 maggio 1920), in cui è ripercorsa tutta la meravigliosa storia della sua santità, e l'udienza generale a lei dedicata da Benedetto XVI, vibrante catechesi in cui viene ricordata l'influenza della pulzella di Orléans su santa Teresina:

E' oggi il 95° anniversario della canonizzazione di S. Teresa di Gesù Bambino (17 maggio 1925). Celebriamo tale ricorrenza riportando per i lettori un articolo uscito su Rivista di Vita Spirituale (2017/1) scritto dal frate della nostra Provincia Iacopo Iadarola.

teresahanoi

Oggi 17 maggio ricorre l’anniversario della canonizzazione di S. Teresa di Gesù Bambino, avvenuta nell’Anno Santo 1925 per volontà di Papa Pio XI il quale non lesinò per la piccola santa, la prima da lui canonizzata, le più magniloquenti lodi: “la stella del mio pontificato”, “capolavoro della natura e della grazia", “una parola vivente di Dio”, “cosa venuta di cielo in terra a miracol mostrare”…con queste ultime parole Papa Ratti dedica alla sua Teresina addirittura i versi che l’innamoratissimo Dante aveva composto per la sua Beatrice nella Vita Nova.

di P. Aldino Cazzago ocd

6BFAE672 BCFB 91C9 F9EC624AF3B85697 r

"Questa storia, così vicina e allo stesso tempo ormai lontana"

La sera del 2 aprile 2005 Giovanni Paolo II terminava la sua vita e con essa il suo lungo pontificato protrattosi per 26 anni, 5 mesi e 17 giorni. Il venerdì della settimana successiva il suo funerale venne visto da ben tre miliardi di persone. «Il più grande funerale della storia» titolava il giorno dopo l’Unità.

di F. Iacopo Iadarola ocd

Non ci sono parole ed è bene che non ce ne siano troppe per commentare la supplica in mondovisione di venerdì 27 marzo, in cui il Santo Padre ha fatto pregare e commuovere milioni di anime, facendo battere come mai forse prima d’ora quello che è il cuore del suo ministero e della sua ragion d’essere: confermare la nostra fede. Il vangelo scelto per la celebrazione è stato Mc 4,35-41: Gesù che sulla barca dei discepoli terrorizzati seda la tempesta.