di F. Iacopo Iadarola ocd

papa-francasco ambiente

Papa Francesco, nella sua ultima enciclica uscita pochi giorni or sono, nei paragrafi conclusivi ha citato due dei nostri Dottori della Chiesa: S. Teresa di Gesù Bambino e S. Giovanni della Croce. Li troviamo entrambi nell'ultimo capitolo, il sesto, con cui l'enciclica si chiude all'insegna dell'"Educazione e spiritualità ecologica". Nel quinto paragrafo di questo capitolo, intitolato "Amore civile e politico", al n°230, il Santo Padre scrive: "L’esempio di santa Teresa di Lisieux ci invita alla pratica della piccola via dell’amore, a non perdere l’opportunità di una parola gentile, di un sorriso, di qualsiasi piccolo gesto che semini pace e amicizia. Un’ecologia integrale è fatta anche di semplici gesti quotidiani nei quali spezziamo la logica della violenza, dello sfruttamento, dell’egoismo. Viceversa, il mondo del consumo esasperato è al tempo stesso il mondo del maltrattamento della vita in ogni sua forma".

Al Venerato Fratello

Padre Saverio Cannistrà

Preposito Generale dell’Ordine dei Carmelitani Scalzi

Papa-Francesco-copia

Caro Fratello,

al compimento dei cinquecento anni dalla nascita di santa Teresa di Gesù, desidero unirmi, insieme con tutta la Chiesa, al rendimento di grazie della grande famiglia Carmelitana scalza – religiose, religiosi e secolari – per il carisma di questa donna eccezionale.

Considero una grazia provvidenziale che questo anniversario coincida con l’Anno dedicato alla Vita Consacrata, nella quale la Santa di Ávila risplende come guida sicura e modello attraente di donazione totale a Dio. Si tratta di un motivo in più per guardare al passato con gratitudine, e per riscoprire “la scintilla ispiratrice” che ha dato impulso ai fondatori e alle prime comunità (cfr Lettera ai consacrati, 21 novembre 2014).

di P. Aldino Cazzago ocd

thumb ballestrero cento«Sono stato in udienza il 29 marzo 1965,una bella udienza. Andai per presentare al Santo Padre l’autografo del Cammino di Perfezione restaurato, e poi l’edizione fac-simile … Io avevo chiesto l’udienza per tutti – per il gruppetto, cioè, di coloro che avevano lavorato – e invece quando siamo arrivati là, sono stato preso di sorpresa. Il prelato di turno infatti mi ha detto: “No, Padre, il Santo Padre desidera prima vedere Lei solo”. … Contento, però non ero preparato: è stato proprio un’udienza estemporanea, almeno da parte mia. Son stato un 18 minuti solo col Santo Padre. Poi dopo, quando ho finito, sono entrati tutti gli altri, proprio nello studio li ha fatti entrare, lì intorno al suo tavolo.

Papa-2-1024x576
«In questo mese ricordiamo il quinto centenario della nascita ad Ávila di Santa Teresa di Gesù. Il suo vigore spirituale stimoli voi, cari giovani, a testimoniare con gioia la fede nella vostra vita; la sua fiducia in Cristo Salvatore sostenga voi, cari ammalati, nei momenti di maggiore sconforto; e il suo instancabile apostolato inviti voi, cari sposi novelli, a mettere al centro Cristo nella vostra casa coniugale».

Con queste parole il Santo Padre ha ricordato oggi, 11 marzo 2015, durante l'Udienza Generale in Piazza S. Pietro, il quinto centenario dalla nascita della Santa Riformatrice, proponendola, ai giovani, agli ammalati e agli sposi novelli, come esempio da imitare nella vita e nel rapporto personale e comunionale con Cristo.

Pubblichiamo l'intero testo dell'udienza e il video in cui viene mostrato al Papa il bastone di S. Teresa. Proprio oggi, infatti, il Camino de Luz, viaggio che accompagna la reliquia per tutto il mondo, ha avuto come tappa la città di Roma.

thumb Teresa bambina-BXL2Papa Francesco ha scelto la nostra Santa Madre come esempio, da offrire ai giovani, di rapporto d'amicizia col Signore. Nel suo messaggio in preparazione per la XXX Giornata Mondiale della Gioventù (che si terrà a Cracovia nel 2016), dopo aver invitato i giovani ad avere il coraggio di andare controcorrente, di essere rivoluzionari perché affascinati dalla parola "sempre" in un mondo in cui regna la dittatura dell'effimero, era naturale che ricorresse a S. Teresa d'Avila come figura esemplare di chi per questo "sempre" è disposto a giocarsi la vita - e questo sin da giovani.