copertina 001

Segnaliamo volentieri ai nostri lettori la recente pubblicazione del secondo volume di Underground, opera collettanea di cui avevamo già parlato, il cui tema della preghiera non può non interessare il Carmelo (e l'opera non poteva non essere piena di citazioni carmelitane!). Ha partecipato anche un padre della nostra provincia, Samuele Donà, con un ricco contributo sul Pregare con la Scrittura che offriamo ai lettori. Riportiamo qui di seguito l'introduzione del curatore, Giuseppe Signorin:

beb0056922c97c04802a9c27c6c10785In occasione della solennità del Santo Padre Giovanni della Croce segnaliamo ai nostri lettori due recenti pubblicazioni: un bell'articolo di Marco Testi pubblicato sull'Osservatore Romano, sulla poesia mistica ed amorosa del santo riformatore, e un piccolo opuscolo del frate della nostra Provincia Iacopo Iadarola, Cantare il creato. Con San Francesco e San Giovanni della Croce, di cui riportiamo la recensione uscita su La Stampa:

77080747 2523453081085818 339812770167914496 n

Durante la sua visita in Giappone appena conclusasi, papa Francesco ha incontrato una anziana monaca carmelitana che ha perso i suoi genitori e le due sorelle nel bombardamento atomico di Hiroshima e che ha espresso un accorato appello affinché cessi l'uso delle armi nucleari: "Papa Franesco ti amiamo tanto! Tutte le carmelitane del Giappone pregano sempre tanto per te!".

732 001

Per celebrare l'inizio del mese missionario straordinario (a 100 anni dalla Maximum illud di Benedetto XV), riportiamo una sapiente sintesi del nostro P. Antonio Maria Sicari sul significato del titolo di patrona universale delle missioni conferito a santa Teresina, di cui oggi celebriamo la festa. Abbiamo già scritto su Teresina missionaria qui. Segnaliamo inoltre che anche sul sito ufficiale dedicato al mese missionario straordinario vengono chiamate in causa le nostre monache carmelitane, con un bel video intitolato: "La preghiera è l'anima della missione"

Santa Teresa del Bambino Gesù, "patrona di tutte le missioni"

di P. Antonio Maria Sicari ocd

Pio XI chiamava santa Teresa del B.G. «la stella del mio pontificato». Dopo averla canonizzata nel 1925 decise, il 14 dicembre 1927, di proclamarla Patrona di tutti i missionari uomini e donne e di tutte le missioni cattoliche esistenti nell’universo. Ma prima aveva dovuto superare le forti resistenze della curia romana. Come era possibile affiancare al grande San Francesco Saverio – che aveva percorso il mondo intero, per annunciare Cristo – una giovane monaca carmelitana, vissuta a Lisieux in un monastero dell’alta Normandia, tutta dedita al silenzio e alla contemplazione?

teresarahner

Segnaliamo ai nostri lettori un suggestivo testo di Karl Rahner a commento del conferimento del titolo di dottore della Chiesa a Teresa d'Avila, il 27 settembre 1970. Esso è stato pubblicato per la prima volta il 26 settembre 1970; lo si può trovare in K. Rahner, Frammenti di spiritualità per il nostro tempo, Brescia 1973, 151-155.

Teresa viene proclamata dottore della Chiesa. Questo precedente ha naturalmente un suo significato in rapporto al posto e alla funzione della donna nella chiesa. Il carisma dell'insegnamento diretto alla chiesa in quanto tale non è un privilegio dell'uomo. Con ciò viene contestata l'idea secondo cui la donna sarebbe priva d'ingegno sotto il profilo spirituale o religioso. Lo studio della teologia da parte della donna è quindi riconosciuto espressamente. Soprattutto non si deve considerare in contrasto il carisma e lo studio metodico della teologia.