di P. Fabio Silvestri ocd

DJmtw5BX0AEROow

Come l'erba sono i giorni dell'uomo, come il fiore del campo… / Lo investe il vento e più non esiste e il suo posto non lo riconosce” (Sal 112,15). Avremo già sentito chissà quante volte queste parole del Salmo e, chissà quante volte, le abbiamo pregate. Ma è diverso rileggerle e pronunciarle oggi, mentre il timore per il contagio del coronavirus sta cambiando le preoccupazioni e il senso delle nostre giornate.

di P. Aldino Cazzago ocd

DrFsPqjW4AAj1N4

«Ho imparato a sentire interiormente la presenza di Dio e a comprendere quanto grandi siano i miracoli. Forse, non ho ben compreso tutto quello che mi capitava. Ma penso fino in fondo che Dio ha trasformato la mia vita in un miracolo».

di P. Giuseppe Furioni ocd

grippocorona

L’evento drammatico suscitato dal coronavirus in Cina con tutte le conseguenze a livello mondiale contribuisce a portare l’attenzione a un analogo evento che coinvolse l’Europa centotrent’anni fa e, forse, anche la stessa Teresa Martin. Si tratta di un’epidemia di influenza, detta grippe, che nella sola Francia provocò 70.000 vittime e per la quale il vescovo Hugonin promosse un pellegrinaggio diocesano a Notre Dame de la Délivrande. In tutto il mondo uccise circa un milione di persone. Fu anche la prima pandemia d’influenza ad essere documentata in dettaglio e a essere studiata con mezzi di laboratorio. E anche i rapporti statistici dell’epoca sono considerati dai moderni epidemiologi di alta qualità.

2020 02 21 08 43 59 Esercizi Online

Preparatevi a Pasqua insieme ai carmelitani scalzi e alle Edizioni OCD. Compilando questo modulo vi iscriverete gratuitamente agli “esercizi spirituali online” per la Quaresima 2020.

di F. Iacopo Iadarola ocd

5f345eafb816080521cb387a761a3aef

“Stasera finalmente scopriamo una cosa: l’amore non è un mistero”

Amo Benigni: proprio di recente ho avuto modo di apprezzare le sue sagge interviste circa la bellissima trasposizione di Pinocchio di Matteo Garrone, in cui genialmente ha citato il cardinal Giacomo Biffi per ricordare che dietro i capelli della fata Turchina si nasconde il blu delle nostre madonne italiane.

di P. Stefano Conotter ocd

Priere famille 0 850 468

Nel 2020 ricorrono i 50 anni della proclamazione di Teresa d’Avila come «Dottore della Chiesa», prima donna assieme a Caterina da Siena. In quanto comunità teresiana ci siamo chiesti: come potremmo cogliere questa occasione per approfondire il nostro carisma e far meglio conoscere la nostra fondatrice, a soli cinque anni dalla celebrazione del quinto anniversario della sua nascita? Certamente non si tratta di ripetere le stesse iniziative di cinque anni fa, ma piuttosto di vedere ciò che significa l’attribuzione di questo titolo di “Dottore della Chiesa” alla nostra Madre. Vedo due dimensioni specifiche di questo significato.

IMG 0136

Pubblichiamo volentieri la bella testimonianza di due neoprofesse carmelitane di santa Teresa, fra cui suor Chiara (Donadel) di Cristo, vocazione cresciuta e custodita nel nostro Carmelo di Treviso. Pertanto, numerosi padri e studenti della Provincia veneta erano presenti alla prima consacrazione sponsale della loro sorellina.

Carlo Maratta natività

O quanto mi sarà dolce la presenza di te che sei il sommo bene!

lo mi avvicinerò a te con silenzio a scoprirti i piedi,

affinché tu ti degni unirmi a te in matrimonio,

e non riposerò finché non godrò fra le tue braccia...

S. Giovanni della Croce, Spunti di amore, 45

whaz 1

Lo scorso 14 dicembre, nella gioiosa messa “rosacea” della III domenica d’Avvento, fra Iacopo di Maria bambina (Iadarola) ha ricevuto il sacramento dell'ordinazione diaconale dal Vescovo di Velletri-Segni, Mons. Vincenzo Apicella. L’ordinazione è stata celebrata a Velletri (Rm), nella parrocchia di origine di fra Iacopo, dedicata a san Giovanni Battista, in seno ai festeggiamenti del giubileo del 25° di fondazione della chiesa; qui è stato raggiunto dai confratelli veneti dello studentato di Brescia, del nostro convento romano, della curia generalizia e del Teresianum.