vocaz

teresafra

Pubblichiamo in anteprima la traduzione in italiano della lettera scritta dal Santo Padre Francesco in occasione del Congresso indetto dalla Diocesi di Avila per il 50° anniversario del conferimento del titolo del Dottorato alla Santa Madre.

Al caro fratello vescovo José María GIL TAMAYO

Vescovo di Avila

main image

"Mentre ero in queste angustie, il Signore cominciò a parlarmi, dicendomi di non affliggermi, ma di persuadermi, alla vista di quel mio stato, di quanto fossi miserabile senza di Lui, e come non vi sia sicurezza finché siamo in questa carne. Mi fece comprendere il valore di quella lotta in rapporto al premio che mi acquistavo, e mi parve che avesse compassione di noi viventi in questo mondo.

terecomp

Per festeggiare la Santa Madre segnaliamo due novità editoriali delle nostre Edizioni OCD:

di P. Ermanno Barucco ocd

5 Gabriele campanile San Marco

I 1600 anni dalla “nascita” di Venezia sono celebrati, come ogni anno, il giorno dell’Annunciazione, il 25 marzo. Il concepimento del Verbo fatto carne, l’inizio della vita del Figlio di Dio fatto uomo nel grembo di Maria all’annuncio dell’angelo Gabriele, sono l’origine spirituale della nascita di Venezia, avvenuta secondo il “mito di fondazione” il 25 marzo 421 con la posa della prima pietra della chiesa di san Giacomo maggiore apostolo, nel luogo dove si trova l’attuale chiesa di san Giacometo a Rialto.

La Scuola dalla Madonna della Neve ad Adro, fin dal suo inizio (1912), ha sempre avuto un debito di riconoscenza nei confronti di San Giuseppe. Alla sua custodia furono affidati tutti gli alunni perché, lungo gli anni, lui li proteggesse da pericoli gravi e mortali.

img59735.768x512

Pesante e oscuro grava su di noi il cielo. È dunque eterna la notte e non brillerà mai più per noi la luce?
Il Padre di lassù ci ha voltato le spalle? Come un incubo lega il cuore il bisogno.
Non c'è in nessun luogo un salvatore che possa aiutarci?

62ma settimanaSpiritualita2 700x350

Tra il 14 e il 18 marzo 2021 si svolgerà al Teresianumin modalità online attraverso la piattaforma Zoom, la 62ma  Settimana di Spiritualità, l’appuntamento che ogni Anno Accademico, nel secondo semestre, mette a fuoco una particolare tematica di Spiritualità. L’edizione del 2021 porrà al centro della riflessione il tema «La Spiritualità ha bisogno della Chiesa? Tra ideali, disagi e speranze». Qui di seguito le relazioni, che si terranno tra le ore 16:00 e le ore 18:00, e i relatori (fra cui il nostro P. Antonio Maria Sicari) in programma:

di P. Aldino Cazzago ocd

20200515T1000 JP2 BENEDICT LETTER 606211 450px

«Ci sono uomini che vedono più lontano di altri, che pensano più profondamente e che agiscono in modo anche sorprendente. Tra questi uomini c’è Giovanni Paolo II».[1] Le parole appena citate non sono del solito cattolico d’antan, ancora devoto al Papa, ma niente meno che di Michail Gorbačëv, l’ultimo Presidente dell’Unione Sovietica. Pensando al viaggio di Papa Francesco in Iraq, ci sono venute in mente queste parole perché Giovanni Paolo II «pensò» e «vide» questo stesso viaggio fin dal 1994 e ben prima che, alcuni anni dopo, i potenti del tempo ne impedissero la realizzazione.