di P. Giuseppe Furioni ocd

vegliate r

Il tempo di Avvento – come la Quaresima – si caratterizza per il colore viola. Ci si può legittimamente domandare la ragione della scelta di un colore liturgico di carattere penitenziale. Se questo è comprensibile per la Quaresima, che senso avrebbe per l’Avvento, quelle quattro settimane in cui ci si appresta ad attendere la venuta del Salvatore? Non dovrebbe essere il senso dell’attesa e della speranza, e dunque un colore che evidenzia piuttosto un sentimento di letizia, di gaudio (come appunto ci richiamano i misteri del Rosario)?

librimelissaUna novità in libreria per conoscere e apprezzare la storia e le virtù terapeutiche
dell’Acqua di Melissa dei frati carmelitani scalzi.

Storie di frati e di piante

“Nascosto tra le mura di un antico convento, a Venezia prospera un giardino florido di antica sapienza: quello dei frati carmelitani scalzi. Qui i frati coltivano la Melissa Moldavica, peculiare ingrediente della miracolosa Acqua di Melissa. Il profumo di questo rimedio si spande per sentieri secolari, intrecciati alla storia della magica laguna”.
Le cure con il secolare rimedio dell’Acqua di Melissa (Edizioni del Baldo, ottobre 2017, euro 4,00) è un affascinante viaggio attraverso i tre secoli di storia del più antico rimedio terapeutico della tradizione veneziana.
Il volumetto si apre con un’introduzione di carattere botanico, che puntualizza la distinzione tra la Melissa officinalis e la Melissa moldavica, già nota al medico e botanico rinascimentale Castore Durante, che nel suo Herbario Nuovo, stampato a Venezia nel 1602, scrisse in riferimento alla Moldavica «dà conforto a stomaco, cervello e cuore».

di P. Piero Rizza ocd

Cena-Raboso-022

Un importante passo di conoscenza e valorizzazione del giardino mistico del Convento di Venezia si è concretizzato nei giorni 22 e 23 settembre scorsi. È stato infatti organizzato un evento in collaborazione con il Consorzio Vini Venezia, ente che gestisce la vigna dei frati.

Presenti numerosi giornalisti che, la sera del 22, hanno potuto apprezzare le bellezze della chiesa e del giardino illustrate sapientemente da p. Fabio Pistillo. La serata si è conclusa con una cena riservata ai giornalisti, condita con erbe aromatiche del "giardino mistico" e consumata sotto il pergolato.

di F. Samuele Donà ocd

il volto il cuore la croce copertina r

Che significa il fatto che Dio ci parla come ad amici? E, ancor prima, qual è il senso più vero della relazione di amicizia? A queste domande ha cercato risposta Marco Sgroi, frate della Provincia Veneta, in una nuova pubblicazione che invitiamo a scoprire.

papa

Questa mattina, in diretta su Radio Vaticana, è andata in onda una breve intervista a P. Fabio Silvestri ocd - Maestro degli Studenti nella nostra comunità di Brescia - come commento all'omelia tenuta ieri da Papa Francesco a S.Marta.

di P. Ermanno Barucco ocd

2017-05-10-Stockman

Un ospedale gestito da religiosi cattolici in Belgio decide di ammettere, in alcuni casi e a determinate condizioni, la pratica dell’eutanasia. La cosa è grave, tanto che il Superiore generale si oppone e cerca di far ritornare sulla loro decisione i responsabili del comitato organizzatore dell’ospedale (composto da alcuni religiosi e da diverse altre persone). Ma la risposta è negativa, una prima volta, e pure una seconda e una terza quando il Superiore generale René Stockman chiede inizialmente l’intervento della Conferenza episcopale belga e successivamente del Vaticano, il quale si fa portavoce del Papa nel domandare il rispetto della vita di ogni essere umano.

di P. Ermanno Barucco ocd

maschera

Storia di Noemi. Storie di Lucio.
Storia di Noemi, 16 anni.
Storie di Lucio, 17, il cosiddetto fidanzato.

thumb  DSC0740A una settimana dalla loro professione solenne, sabato 16 settembre, nella cattedrale di Brescia, fra Marco Cauli del Volto Santo e fra Marco Sgroi della Vergine Immacolata sono stati ordinati diaconi insieme a tre seminaristi.

Nella sua omelia, il vescovo ordinante, Mons. Luciano Monari, si è riferito alla parabola del "servo spietato" del Vangelo di Matteo (Mt 18, 21-35), e ha ricordato ai cinque candidati al diaconato ciò a cui li chiama il loro ministero: l'annuncio del perdono nelle parole e nella vita. Tale compito, ha sottolineato Mons. Monari, è possibile soltanto nella coscienza di un perdono originale, un perdono già sperimentato su di sé, perché ricevuto dal re buono della parabola, cioè dal Padre.

Desktop3

Sempre la Parola di Dio, nella liturgia, ci rivela il significato profondo degli eventi. E se questo è verificabile giorno per giorno, quanto mai lo è stato in occasione delle professioni religiose che hanno recentemente rallegrato la nostra Provincia: “In verità io vi dico: tutto quello che legherete sulla terra sarà legato in cielo, e tutto quello che scioglierete sulla terra sarà sciolto in cielo. In verità io vi dico ancora: se due di voi sulla terra si metteranno d’accordo per chiedere qualunque cosa, il Padre mio che è nei cieli gliela concederà. Perché dove sono due o tre riuniti nel mio nome, lì sono io in mezzo a loro” (Mt 18,18-20).