Libretto fronteRiportiamo l'introduzione dell'appena pubblicata Guida artistica di S. Pietro in Oliveto, Brescia: attuale sede dello studentato teologico e fra i complessi architettonici più prestigiosi della nostra Provincia, la Chiesa e il convento di S. Pietro ben meritavano un lavoro che evidenziasse la ricchezza della loro storia e delle opere d'arte in essi contenuti, le loro complesse vicende, la loro ricezione nell'Ordine carmelitano, con alcune note sul carisma spirituale di quest'ultimo. E' possibile ottenere la Guida contattando i nostri padri che ne hanno curato la pubblicazione, avvalendosi del contributo dell'associazione Guida artistica che ha curato la parte più propriamente artistica, e che periodicamente propone visite guidate al nostro convento.

 

 

 

 

 

di P. Aldino Cazzago ocd

7566302-3x2-700x467

I duemila abitanti dell’isola situata nel mezzo del lago d’Iseo non dimenticheranno tanto facilmente il milione e mezzo di persone che nell’arco di 16 giorni, dopo aver «camminato» sull’acqua grazie alla installazione (The Floating piers) dell’artista bulgaro Christo, ha curiosato tra le tranquille stradine dei suoi piccoli e incantevoli borghi. Ad evento concluso e dopo non poche polemiche sulla sua natura e su quanto esso lascerà in eredità al territorio che l’ha ospitato («Entreremo nella storia dell’arte o del kitsch?») non sarà inutile qualche ragionata riflessione.

Locandina Festa di S. Pietro 2016-page-001Riportiamo il ricco programma dei festeggiamenti per la festa di S. Pietro presso il nostro convento di Brescia. Segnaliamo in particolare il concerto-meditazione Il Volto e il Nome (ensemble e coro "Madonna delle Laste" e "Madonna della Neve") Domenica 26 giugno alle ore 19 nella chiesa conventuale. Scarica qui la locandina del programma.

 

 

 

 

 

 

 

 

Beata Elisabetta della Trinità 2Esultanti annunciamo che domenica 16 ottobre 2016 la monaca carmelitana scalza Elisabetta della Trinità sarà canonizzata, insieme ad altri quattro beati (Salomone Leclercq, Manuel Gonz lez Garcìa, Lodovico Pavoni, Alfonso Maria Fusco), in seguito al proclama ufficiale da parte del Concistoro ordinario pubblico, presieduto da Papa Francesco, che si è tenuto stamattina nel palazzo apostolico in Vaticano.

Per chi volesse conoscere meglio le meraviglie del Signore che risplendono in questa gemma del Carmelo, che la Chiesa ora universalmente propone alla venerazione dei fedeli, rimandiamo alla sezione del nostro sito a lei dedicata. 

di F. Iacopo Iadarola ocd

Non più contrapposti

23632

il 14 giugno nell'aula Giovanni Paolo II della Sala Stampa della Santa Sede si è tenuta la conferenza di presentazione dell'ultimo importantissimo documento della Congregazione per la Dottrina della Fede: Iuvenescit ecclesia, lettera indirizzata ai Vescovi della Chiesa Cattolica sulla relazione tra doni gerarchici e carismatici per la vita e la missione della Chiesa. L'importanza del documento è ravvisabile anche dal suo lungo periodo di gestazione, il quale, come ha ricordato il Card. Müller nel suo intervento, è cominciato nel 2000.

di F. Fabio Roana ocd

marymagd c

Maria Maddalena e la vocazione della carmelitana

Dal 22 luglio di quest’anno la ricorrenza liturgica di santa Maria Maddalena sarà celebrata come festa, allo stesso grado cioè delle ricorrenze dei santi apostoli, proprio per valorizzare un fatto spesso sottovalutato: lei, donna “misericordiata” (per usare un’espressione coniata da papa Francesco), è stata la prima annunciatrice, presso gli apostoli stessi, della Risurrezione del Signore Gesù Cristo. Ecco la prima parte del decreto della Congregazione per il culto divino e la disciplina dei sacramenti, datato 3 giugno 2016, solennità del Sacratissimo Cuore di Gesù…

mostraLanciano

Segnaliamo con gioia che la mostra "In principio era la Misericordia", per contemplare la Misericordia di Dio tramite la vita di S. Teresina, sta avendo una eccezionale diffusione anche fuori dai confini della nostra Provincia veneta. Allestita nella basilica di S. Teresa di Gesù Bambino, in Verona Tombetta, riceve un quotidiano flusso di visitatori e pellegrini diretti al santuario giubilare, nel cui itinerario è stata sapientemente integrata. Accanto alla mostra "reale", l'allestimento "virtuale" su questo sito ha ricevuto numerosissime visite, e anche il libro ad essa ispirato "In principio era la Misericordia" (edizioni Archa) ha raggiunto le 1000 copie pubblicate. Alcuni dei nostri padri ne stanno facendo oggetto di predicazione ed esercizi spirituali in molti monasteri della nostra Provincia, e non solo.

di Maria Giovanna Romanelli

(Gente Veneta n. 19, 13 maggio 2016 a pagina 19)

giardinogvIl 20 maggio 2016 ricorre il primo anniversario dell’inaugurazione del Giardino Mistico dei Carmelitani Scalzi di Venezia. In questo anno di apertura hanno visitato il Giardino circa 2500 persone, che hanno avuto l’occasione di essere guidate in un percorso che mira a far scoprire il Carisma carmelitano. Giardino Mistico infatti non significa misterioso ma profondo, come i significati religiosi attribuiti alle aiuole dello stesso.
L’ordine dei Carmelitani, nato dopo la Terza Crociata, prende il nome dal primo gruppo costituitosi alle pendici del Monte Carmelo. “Karmel” (Carmelo) oltre ad essere il nome del monte significa “giardino” o “giardino di Dio”. Si capisce quindi che il complesso Chiesa – Convento – Giardino di Venezia sia stato pensato e costruito come un insieme unico e interconnesso. Da pochi mesi i Frati del convento hanno formato un gruppo di otto guide volontarie che sono disponibili, su prenotazione, a proporre un percorso che comprende, appunto, chiesa e giardino.

dalle Carmelitane Scalze di Venezia

foglia fiume

Pur nel dolore, nell’incredulità di questo momento, con gioia condividiamo con voi il dono che ci ha fatto Eliana in questi giorni: il dono della sua fede e dell’abbandono fiducioso in Gesù.
Questo mese di malattia è stato per me e per le sorelle una esperienza di cielo, di condivisione e di preparazione con lei alle nozze.
Il mattino del 19 febbraio, il medico comunicò ad Eliana che c’era un tumore. In risposta si mise a cantare, ad abbracciarmi, e a dirmi: “Margherita, che gioia! Auguro a te e alle sorelle di poter avere anche voi, come me, un tempo di preparazione prima di morire”.