SANTA TERESA DI GESU' BAMBINO DEL VOLTO SANTO
(TERESA DI LISIEUX)

1873 - 1897

Dottore della Chiesa

Patrona universale delle Missioni

Festa, 1 ottobre
 

Si racconta che già Pio X, nel corso di una udienza privata concessa a un missionario, parlandogli di Teresa di Lisieux – la cui fama cominciava a dilagare nel mondo – gli abbia confidato: “E’ la più grande santa dei tempi moderni”!
E fu buon profeta, tanto che il suo successore, Pio XI – dopo averla beatificata nel 1923, canonizzata nel 1925 e proclamata Patrona delle Missioni nel 1927 – avrebbe definito la vicenda ecclesiale di Teresa un “uragano di gloria”.
Certo è che, in tempi brevissimi, ella divenne “la fanciulla più amata della terra”, venerata da innumerevoli devoti e ammirata da intellettuali, da artisti e da teologi (G. Bernanos, P. Claudel, G. Cesbron, J. Green, F. Mauriac, E. Mounier, T. Merton, J. Guitton...).

La nascita

Eppure Teresa era nata in un villaggio quasi sconosciuto dell’alta Normandia (ad Alençon, nel 1873) e la sua vita era durata soltanto ventiquattro anni, nove dei quali trascorsi in un monastero di stretta clausura. Avrebbe dovuto restare sconosciuta, quasi perduta nelle pieghe della grande storia, e invece Dio l’aveva destinata a diventare, addirittura, “Dottore della Chiesa” (tale l’avrebbe proclamata Giovanni Paolo II nel 1997).

leggi tutto

 

 

 

 

 

Qui sotto puoi trovare tutti gli articoli pubblicati nel nostro sito che riguardano S. Teresa di Gesù Bambino. Se vuoi filtrarli (per esempio soltanto quelli di argomento magisteriale o culturale) usa l'apposito box "Cerca per argomento" nella colonna di destra, o cliccando qui.

di F. Iacopo Iadarola ocd

Desktop4

E' stata una piacevole scoperta l'ultima canzone dedicata alla nostra S. Teresa di Gesù Bambino, "La bambina di Lisieux", composta da una singolarissima band vicentina di chitarra e voce, Mienmiuaif ("Me & my wife"), che si fa chiamare anche "il duo con l'anello" o, addirittura, "punk band per matrimoni". Anzitutto il loro di matrimonio, essendosi la chitarra (lui, Giuseppe Signorin, 34 anni, poliedrico scrittore) e la voce (lei, Anita Baldisserotto, 26 anni, voce d'angelo) sposati appena due anni fa, "dopo una convivenza pagana" e dopo la loro conversione a Cristo: "Io ho cominciato prima a sperimentare la fede" come dice Giuseppe, "ma Anita mi ha subito superato". Mi ricordano un po' Pietro e Giovanni che corrono invasati al sepolcro il mattino di Pasqua, dopo il buio di un lungo sabato senza fede.

di P. Giacomo Gubert ocd

did-mother-teresa 8c36e60782c6c4a6 Y4zKOk RSManm5TIeryNaQ

Quest'oggi, all'indomani della grande festa per la canonizzazione della beata Madre Teresa di Calcutta, abbiamo voluto, qui nella comunità di Roma, celebrarne la sua prima festa liturgica da santa.

di F. Iacopo Iadarola ocd

Joseph-Ratzinger-

Segnaliamo ai nostri lettori l'intervista di Benedetto XVI rilasciata a Elio Guerriero, pubblicata sull'Osservatore Romano del 24 agosto 2016. Data importante per noi carmelitani, perché vi si commemora l'inizio della Riforma del Carmelo, con la fondazione del primo monastero di Carmelitane scalze in Avila da parte di S. Teresa di Gesù.

di F. Fabio Roana ocd

teresinacalcutta

Avvicinandoci alla canonizzazione di Madre Teresa di Calcutta (1910-1997), che sarà celebrata il 4 settembre 2016, cerchiamo di cogliere le risonanze che hanno in lei l’esperienza, l’insegnamento e il linguaggio della santa di cui, all’inizio della sua vita religiosa, ha preso il nome: Teresa di Gesù Bambino del Volto Santo.

di P. Giacomo Gubert ocd

Teresinaaletto

Tra i grandi estimatori di santa Teresa di Lisieux, Dottore della Chiesa, non si può dimenticare il padre redentorista François-Xavier Durrwell (1905-2005). Nel suo breve scritto del 1994 “Sguardi cristiani sull'Aldilà” (in italiano “La parola di Dio e l'Aldilà”) egli sceglie esplicitamente di farsi accompagnare in questo straordinario viaggio dallo sguardo di Teresa.