SANTA TERESA DI GESU' BAMBINO DEL VOLTO SANTO
(TERESA DI LISIEUX)

1873 - 1897

Dottore della Chiesa

Patrona universale delle Missioni

Festa, 1 ottobre
 

Si racconta che già Pio X, nel corso di una udienza privata concessa a un missionario, parlandogli di Teresa di Lisieux – la cui fama cominciava a dilagare nel mondo – gli abbia confidato: “E’ la più grande santa dei tempi moderni”!
E fu buon profeta, tanto che il suo successore, Pio XI – dopo averla beatificata nel 1923, canonizzata nel 1925 e proclamata Patrona delle Missioni nel 1927 – avrebbe definito la vicenda ecclesiale di Teresa un “uragano di gloria”.
Certo è che, in tempi brevissimi, ella divenne “la fanciulla più amata della terra”, venerata da innumerevoli devoti e ammirata da intellettuali, da artisti e da teologi (G. Bernanos, P. Claudel, G. Cesbron, J. Green, F. Mauriac, E. Mounier, T. Merton, J. Guitton...).

La nascita

Eppure Teresa era nata in un villaggio quasi sconosciuto dell’alta Normandia (ad Alençon, nel 1873) e la sua vita era durata soltanto ventiquattro anni, nove dei quali trascorsi in un monastero di stretta clausura. Avrebbe dovuto restare sconosciuta, quasi perduta nelle pieghe della grande storia, e invece Dio l’aveva destinata a diventare, addirittura, “Dottore della Chiesa” (tale l’avrebbe proclamata Giovanni Paolo II nel 1997).

leggi tutto

 

 

 

 

 

Qui sotto puoi trovare tutti gli articoli pubblicati nel nostro sito che riguardano S. Teresa di Gesù Bambino. Se vuoi filtrarli (per esempio soltanto quelli di argomento magisteriale o culturale) usa l'apposito box "Cerca per argomento" nella colonna di destra, o cliccando qui.

di P. Giuseppe Furioni ocd

«Anno 1873, venerdì 3 gennaio, ore 10 del mattino. Davanti a noi, Germain Victor Chambry, cavaliere della legione d’onore, vicesindaco della città di Alençon, officiale delegato dello stato civile, è comparso il signor Luigi Martin, di 49 anni, produttore del “punto di Alençon”, abitante in questa città, in via San Biagio 36.

di P. Ermanno Barucco ocd

1 Gesù e bambini Tombetta Cappella genitori

Il 2 gennaio 2023 ricorre il 150° anniversario della nascita di santa Teresa di Gesù bambino del Volto Santo, conosciuta come Teresa di Lisieux, e questa data ha un particolare significato perché nel novembre 2021 l’UNESCO (Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura) ha accolto ufficialmente Teresa tra le personalità significative che questa istituzione valorizza nel biennio 2022-2023.

di P. Ermanno Barucco ocd

9. Tombetta porta Cappella dx 14

L’Inno alla Carità: quattro grandi angeli

Il “messaggio nuovo” che santa Teresa porta a riguardo della piccola via dell’infanzia evangelica e della vocazione all’Amore è annunciato da quattro grandi angeli posti nelle lunette sopra le porte laterali della chiesa e della attigua Cappella dedicata alla Santa nel suo Santuario di Verona. Gli angeli sono a mezzo busto, hanno le ali spiegate e sono stati realizzati in marmo negli anni 1940-1942 quando fu edificata e decorata la “nuova” e grande Cappella della Santa e la bussola marmorea in fondo alla chiesa.

a cura di P. Ermanno Barucco ocd

1 Battesimo Teresa Basilica Lisieux Cripta particolare

Il Battesimo di Teresa

Teresa Martin fu battezzata il 4 gennaio 1873, nella Basilica Notre-Dame di Alençon, sua madrina fu sua sorella Maria.

http://theresadoyle-nelson.blogspot.com/2020/01/the-baptism-of-st-therese.html

di P. Ermanno Barucco ocd

All’interno della Basilica di santa Teresa a Lisieux, nell’arco trionfale sopra la grande figura di Dio Padre, è raffigurato lo Spirito Santo come un’enorme colomba all’interno di un rombo scuro ma con raggi di luce che si irradiano in tutte le direzioni. Poiché nell’arco Trionfale c’è il Padre e sopra lo Spirito Santo, è logico quindi trovare il Figlio Gesù nella volta alta dell’abside, affiancato da Maria vergine e da Teresa.