Searched tag: Elisabetta della Trinità

«Molti volti, un unico carisma» – Pellegrinaggio in Francia, 22-28 luglio 2019

Creato il Giovedì, 01 Agosto 2019   »Teresa di Lisieux, Spiritualità carmelitana, News, Elisabetta della Trinità

di F. Iacopo Iadarola ocd

 DSC7324

Dal 22 al 28 luglio le comunità dello studentato e del postulandato di Brescia con alcuni aspiranti, accompagnate dai padri formatori Gianni Bracchi e Fabio Silvestri e altri padri invitati, fra cui Angelo Lanfranchi (archivista e segretario generale dell’Ordine), ha percorso la Francia da parte a parte sulle tracce dei nostri santi carmelitani d’Oltralpe. Un ripercorrere geografico ed agiografico del nostro carisma nelle sue variopinte espressioni: dal Carmelo di Flavignerot alle Indie del beato Denis alla stanza da letto di Alençon…ma procediamo con ordine.

S. Elisabetta della Trinità a Verona

Creato il Lunedì, 04 Febbraio 2019   »Elisabetta della Trinità, Verona

a cura delle carmelitane scalze di Verona

invito 001

S. Elisabetta della Trinità (1880-1906), dichiarata santa da Papa Francesco il 16 ottobre 2016, rappresenta uno dei vertici della spiritualità moderna che riscopre la centralità della Parola di Dio, della grazia battesimale, della partecipazione alla vita intima di Dio Trinità. Lei, giovane vivace, talentuosa, sensibile e affascinante, splendida pianista e amante della famiglia, che ha scoperto e ci comunica la realtà e la bellezza dell’essere amati e abitati dalla Trinità.

Il Rosario nel Carmelo

Creato il Mercoledì, 04 Ottobre 2017   »Spiritualità carmelitana

di P. Giuseppe Furioni ocd

teresarosario

Il Carmelo, che si considera totus marianus, tutto rivolto a Maria, mai si è ritenuto indifferente davanti al rosario e, certamente, tutti coloro che partecipano di questo carisma, consacrati e laici, tendono a recitarlo quotidianamente[1].

“Nessuno ha un amore più grande di questo” - Risonanze carmelitane del motuproprio di Papa Francesco

Creato il Venerdì, 29 Settembre 2017   »Spiritualità carmelitana, Magistero

di F. Iacopo Iadarola ocd

kinga

(articolo pubblicato su Rivista di Vita Spirituale 71 - 2-3/2017)

Una nuova via per la santità

“Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la sua vita per i propri amici” (Gv 15,13). Sono degni di speciale considerazione ed onore quei cristiani che, seguendo più da vicino le orme e gli insegnamenti del Signore Gesù, hanno offerto volontariamente e liberamente la vita per gli altri ed hanno perseverato fino alla morte in questo proposito. È certo che l’eroica offerta della vita, suggerita e sostenuta dalla carità, esprime una vera, piena ed esemplare imitazione di Cristo e, pertanto, è meritevole di quella ammirazione che la comunità dei fedeli è solita riservare a coloro che volontariamente hanno accettato il martirio di sangue o hanno esercitato in grado eroico le virtù cristiane”.

Un nuovo cardinale carmelitano!

Creato il Lunedì, 22 Maggio 2017   »News, Vita della Chiesa, Magistero, Elisabetta della Trinità

arborelius

Annunciamo con gioia la prossima creazione a cardinale di Anders Arborelius, nostro confratello svedese attualmente vescovo di Stoccolma. Lo ha detto ieri Papa Francesco al termine del Regina Coeli, annunciando anche la data della effettiva nomina al cardinalato, che si terrà durante il concistoro del prossimo 28 giugno. 

Ecco un breve profilo biografico del nostro nuovo cardinale (attualmente l'unico carmelitano a rivestire la porpora cardinalizia, nonché il primo cardinale scandinavo della Storia della Chiesa!):

Nato nel 1947 a Sorengo (Svizzera) da genitori svedesi, è cresciuto a Lund, nella Svezia meridionale. Dopo aver praticato la fede cristiana nella confessione luterana, a vent'anni si è convertito al cattolicesimo e nel 1971, affascinato dalla lettura di S. Teresa di Gesù Bambino, è entrato nel nostro Ordine dei Carmelitani Scalzi. Ha studiato teologia a Bruges, dove ha preso i voti, e presso la nostra facoltà teologica del Teresianum a Roma. Nel 1979 è stato ordinato sacerdote dall'allora vescovo di Stoccolma Hubertus Brandenburg. Per molti anni ha vissuto nel convento di Norraby, nel comune di Svalöv, nel sud della Svezia.

Esercizi spirituali online con S. Elisabetta della Trinità

Creato il Venerdì, 10 Febbraio 2017   »Elisabetta della Trinità, Spiritualità carmelitana

be95d4fc-1966-43ce-b4dc-c548bcbb9ec9

I Padri Carmelitani Scalzi della Provincia austriaca offrono la possibilità di prepararsi alla prossima Pasqua distribuendo materiale digitale durante la Quaresima a tutti coloro che si iscriveranno, gratuitamente, a questi "esercizi spirituali online". Il materiale, spedito settimanalmente tramite posta elettronica, comprenderà meditazioni sui vangeli delle domeniche di Quaresima e testi di S. Elisabetta della Trinità, monaca carmelitana di recente canonizzata. Per iscriversi basta compilare il formulario a questa pagina.

Lettera del P. Generale su S. Elisabetta della Trinità

Creato il Martedì, 08 Novembre 2016   »Elisabetta della Trinità

1903

Per celebrare l'odierna memoria di S. Elisabetta della Trinità pubblichiamo la lettera scritta dal nostro P. Generale Saverio Cannistrà in occasione della sua recentissima canonizzazione. 

Carissimi fratelli e sorelle nel Carmelo, a distanza di un anno dalla canonizzazione dei coniugi Martin, ci accingiamo a celebrare un altro avvenimento di grazia che ci riempie di gioia. A distanza di 110 anni dalla sua morte, il prossimo 16 ottobre la nostra sorella Elisabetta Catez verrà iscritta nel canone dei santi della Chiesa, entrando così a fare parte a pieno titolo della grande e gloriosa famiglia dei santi del Carmelo. I motivi per ringraziare il Signore e riflettere sul significato che questo evento può avere nel cammino che il nostro Ordine sta compiendo, sono molteplici.

Elisabetta della Trinità - Incontro all’abisso della misericordia

Creato il Domenica, 16 Ottobre 2016   »Elisabetta della Trinità, Anno della Misericordia

350 001

A pochi giorni dalla canonizzazione in Piazza San Pietro di Elisabetta della Trinità, monaca carmelitana francese, vissuta nei primi anni del Novecento, pubblichiamo un articolo di P. Romano Gambalunga ocd, Postulatore generale dei Carmelitani scalzi che ne ha curato la causa di canonizzazione. Questo articolo, apparso sull'Osservatore Romano di domenica 16 ottobre 2016, delinea brevemente i tratti biografici della Santa e descrive come la sua spiritualità si inserisce nell'Anno della Misericordia e si rivela attuale anche per i nostri giorni.

di P. Romano Gambalunga ocd
Postulatore generale dei Carmelitani scalzi 

Elisabetta Catez nacque il 18 luglio 1880 nel campo di Avor, presso Bourges in Francia e fu battezzata quattro giorni più tardi. Tre anni dopo nacque la sorella Margherita, a cui era molto affezionata. Nel 1887, pochi anni dopo il trasferimento della famiglia a Digione, il padre fu stroncato da un attacco cardiaco. Fu un avvenimento che colpì molto la piccola Elisabetta, la quale, a partire da quel momento, si impegnò a essere più buona; era, infatti, una bambina sensibilissima, vulcanica e ostinata fino alla collera. Anni dopo, a un’amica che visse lo stesso lutto, scrisse: «Ti sono vicina con tutto il cuore. Ho vissuto le stesse angosce e capisco il tuo dolore» (lettera 69).

Elisabetta della Trinità oggi santa!

Creato il Venerdì, 14 Ottobre 2016   »Elisabetta della Trinità

a31417f7-8090-4093-90c0-2ecf377a6dee

Oggi Domenica 16 ottobre Elisabetta della Trinità, monaca carmelitana, è proclamata santa dinnanzi alla Chiesa universale. Per commemorare questo felice evento pubblichiamo il decreto di elevazione al culto. Abbiamo preferito pre­sentarlo nella sua forma integrale in quanto fornisce una sintesi orga­nica, completa e teologicamente elaborata della vita di Elisabetta, nella traduzione dal latino approntata da P. Piero Rizza ocd. Il testo è pubblicato all'interno del numero 21 di Quaderni Carmelitani (2004), interamente dedicato alla figura della nostra santa. 

Elisabetta della Trinità presto santa!

Creato il Lunedì, 20 Giugno 2016   »News, Elisabetta della Trinità

Beata Elisabetta della Trinità 2Esultanti annunciamo che domenica 16 ottobre 2016 la monaca carmelitana scalza Elisabetta della Trinità sarà canonizzata, insieme ad altri quattro beati (Salomone Leclercq, Manuel Gonz lez Garcìa, Lodovico Pavoni, Alfonso Maria Fusco), in seguito al proclama ufficiale da parte del Concistoro ordinario pubblico, presieduto da Papa Francesco, che si è tenuto stamattina nel palazzo apostolico in Vaticano.

Per chi volesse conoscere meglio le meraviglie del Signore che risplendono in questa gemma del Carmelo, che la Chiesa ora universalmente propone alla venerazione dei fedeli, rimandiamo alla sezione del nostro sito a lei dedicata. 

I miracoli di Maria-Eugenio di Gesù Bambino e Elisabetta della Trinità

Creato il Mercoledì, 13 Aprile 2016   »News, Elisabetta della Trinità

(dal bollettino dell'Ordine)

Il 4 marzo scorso, il bollettino della Santa Sede comunicava che nel corso dell’udienza concessa al cardinale Angelo Amato, Prefetto della Congregazione per le Cause dei Santi, papa Francesco ha autorizzato la promulgazione dei decreti di approvazione dei miracoli attribuiti all’intercessione della beata Elisabetta della Trinità e del Venerabile Maria-Eugenio del Bambino Gesù.

Due nuovi fiori di santità per il Carmelo!

Creato il Venerdì, 04 Marzo 2016   »News, Elisabetta della Trinità

mariaeugenioelisabetta

Riportiamo con gioia l'annuncio dato da Radio Vaticana che la Chiesa avrà presto due nuovi Santi, due nuovi Beati e otto nuovi Venerabili Servi di Dio. Fra essi un carmelitano e una carmelitana scalza: "sarà canonizzata la grande mistica francese Elisabetta della Trinità, carmelitana scalza, morta a soli 26 anni nel Carmelo di Digione tra indicibili dolori provocati dal morbo di Addison. Ha offerto tutta la sua sofferenza per la salvezza delle anime, in un unione con Gesù crocifisso: “Bisogna amare le anime – diceva - ricercarle con vera passione. E' grande la loro bellezza. Se avessimo visto la bellezza di un'anima pura, crederemmo di aver visto Dio”.

Elisabetta della Trinità e la misericordia

Creato il Martedì, 05 Gennaio 2016   »Anno della Misericordia, Spiritualità carmelitana, Elisabetta della Trinità

Elisabeth de la Trinité Carmélite

di Maria del Puerto Alonso ocd

Elisabetta della Trinità, nonostante la sua giovane età, rivela nella sua vita una evoluzione molto chiara rispetto alla mosericordia di Dio. Non dimentichiamoci che nacque in una Francia giansenista, dove il timore di Dio sconvolge i fedeli, riempiendoli di turbamento, scrupoli e abbattimenti. 

Un paio di anni prima di entrare al Carmelo la giovane francese assiste a delle catechesi e prende nota sul suo diario dei sermoni ascoltati.

IV Domenica di Quaresima: interludio di gioia con Elisabetta della Trinità

Creato il Lunedì, 09 Marzo 2015   »Spiritualità carmelitana, Elisabetta della Trinità

di F. Iacopo Iadarola ocd

don giulio clovio purificazione tempioLe origini di una lieta ricorrenza

“Rallegrati Gerusalemme, e voi tutti che l'amate, riunitevi. Esultate e gioie, voi che eravate nella tristezza: saziatevi dell'abbondanza della vostra consolazione!” (Is 66,10-11)
Ecco l'appello esultante del Profeta che canteremo con l'Antifona d'Ingresso di Domenica prossima, IV di Quaresima, detta Domenica Laetare proprio dalla traduzione latina del primo verbo dei versetti appena citati. Versetti che ci introducono al cuore della pedagogia quaresimale, con cui la liturgia da molti giorni ormai ci sta conducendo per mano verso la patria pasquale. Riassumono perfettamente, infatti, quella che nella tradizione bizantina1 - da cui si origina proprio la Domenica Laetare - viene chiamata “radiosa tristezza” o “gioioso dolore” (in greco è l’unico vocabolo charmolýpe, coniato da S. Giovanni Climaco2), quella profonda attitudine mistica che la Santa Quaresima vuole coltivare nei nostri cuori.

S. Elisabetta della Trinità

Creato il Lunedì, 06 Ottobre 2014   »Santi

S. ELISABETTA DELLA TRINITÀ

1880 - 1906

Memoria, 8 novembre

Nascita

Elisabeth de la Trinité photographiée pour sa première communion2Elisabetta nel giorno della sua Prima Comunione

Elisabetta Catez – che nel monastero carmelitano di Dijon sarà chiamata “Elisabetta della Trinità” – nacque a Camp d’Avor (Bourges) nel 1880.

Di temperamento fiero e impetuoso, perfino collerico, ma anche molto ardente nei buoni desideri, la bambina modificò radicalmente il suo carattere quando la mamma le spiegò che, per fare la “prima comunione”, bisognava poter offrire a Gesù un cuore docile e buono. Ed Elisabetta imparò a dominarsi per amore. In seguitò ne parlerà come di «quel grande giorno nel quale Gesù e io ci siamo interamente donati l’uno all’altra». Elisabeth de la Trinité jouant du piano2La giovane Elisabetta mentre suona il pianoforteNella stessa occasione fu determinante una visita compiuta al monastero carmelitano della città, dove la Madre Priora, complimentandosi con lei, le disse: «Il tuo nome Elisabetta significa “casa di Dio”». 

E la piccola restò con la felice certezza d’essere “abitata da Dio”: una “verità” che ella non dimenticherà mai più.

Nell’adolescenza, Elisabetta sviluppò le sue notevoli doti intellettuali e artistiche, frequentando il conservatorio musicale di Dijon e conseguendovi il diploma con voti lusinghieri. Tutto sembrava portarla a Dio: le amicizie giovanili intensamente vissute e custodite, la passione per i viaggi e per le escursioni in montagna, le serate musicali e le brillanti esecuzioni al pianoforte. A 17 anni si sentì chiamata al Carmelo, ma la madre le negò il consenso, proibendole qualsiasi rapporto col monastero, fino alla maggiore età.