BEATA MARIA SAGRARIO DI S. LUIGI GONZAGA
(ELVIRA MORAGA CANTAREROS)

1881 - 1936

Memoria facoltativa, 16 agosto

thumb maria-sagrario.9820f093e5bcbeb923f3f009016e7a80Nacque a Lillo, in Spagna, l'8 gennaio 1881, e nel suo Paese fu la prima donna a laurearsi in farmaceutica.

Il 15 giugno 1915 entrò come monaca carmelitana scalza nel monastero dei Santi Anna e Giuseppe a Madrid. Il 24 dicembre 1916 emise i voti semplici e il 6 gennaio 1920 quelli solenni. 

Fu fervente devota del mistero del Santissimo Sacramento, tanto che ricevette il nome religioso di "Sagrario", che in spagnolo significa "tabernacolo". 

SANT'EUFRASIA DEL SACRO CUORE DI GESÙ
(Rosa Eluvathingal)

1877 - 1952

Suora Carmelitana della Madre del Carmelo

thumb euphrasia2-copy

Nacque il 7 ottobre 1877 ad Aranattukara, presso Trichur, in India, da genitori cattolici di rito siromalabarese.

Nel 1888 entrò nell'educandato della giovane Congregazione delle Suore Carmelitane della Madre del Carmelo, a Konammayu. Il 10 maggio 1897 vestì l'abito della Congregazione, vincendo l'opposizione del padre, e professò i voti il 24 maggio 1900 nel convento di Ollur, fondato da poco.

SANT'ENRICO DE OSSÓ

1840 - 1896

Sacerdote

Fondatore della Compagnia di Santa Teresa

 Memoria facoltativa, 27 gennaio

santenricoNacque a Vinerbe, nella regione di Catalogna in Spagna, il 16 ottobre 1840. Venne ordinato sacerdote il 21 settembre 1867. Fu apostolo dei fanciulli nella catechesi, ispiratore di movimenti ecclesiali all'insegna del Vangelo e direttore di anime.

Subì il fascino di Santa Teresa di Gesù, maestra di orazione e figlia della Chiesa. Nella luce della sua dottrina fondò nel 1876 la Compagnia di Santa Teresa, con il compito di formare la donna alla scuola del Vangelo secondo gli esempi della Santa di Avila.

SANT'ALBERTO DA TRAPANI

1240 - 1307

Memoria, 7 agosto

thumb P03347Antonio de Pereda, S. Alberto da TrapaniAlberto nacque - dopo ventisei anni di matrimonio sterile - da Benedetto degli Abati e da Giovanna Palizi, che promisero di consacrarlo al Signore. Mentre il ragazzo era ancora in tenera età, il padre volle organizzare per lui le sue future nozze, ma la madre riuscì a fargli tener fede al voto. Ancora giovane, Alberto entrò tra i Carmelitani di Trapani. Trascorso il periodo di formazione e divenuto sacerdote fu mandato a Messina dai superiori. 

Accadde che la città di Messina si trovasse sotto assedio. Alberto pregò affinché il popolo messinese non perisse per la fame, e, miracolosamente, alcune navi cariche di vettovaglie, passarono indisturbate tra gli assedianti e portarono ristoro ai cittadini.

Alberto si distinse per la sua predicazione in varie località della Sicilia e fu superiore provinciale dei Carmelitani presenti sull'isola. Morì a Messina il 7 agosto 1307. Nel 1457 Papa Callisto III ne permise il culto, che fu confermato nel 1476 da Papa Sisto IV. Il capo del Santo è conservato nella chiesa dei Carmelitani di Trapani.

SAN PIER TOMMASO

1305 ca. - 1365

Frate carmelitano

Patriarca latino di Costantinopoli

Memoria facoltativa, 8 gennaio


St. Peter Thomas - carmelite feastPier Tommaso nacque nel 1305 ca. in una poverissima famiglia nel Périgord meridionale (sud-ovest della Francia). Morto il fratello, per non aggravare la miseria familiare, lasciò ancora giovane i genitori e la sorellina per trasferirsi nella cittadina di Monpazier. Qui frequentò la scuola per tre anni circa, vivendo di elemosine e insegnando ai fanciulli. Condusse la mede­sima vita ad Agen, fino all'età di vent'anni. Notato dal priore del convento carmelitano di Lectoure, inse­gnò per un anno in quel collegio; poi il priore di Bergerac lo condusse nel proprio convento e gli diede l'abito del Carmelo. Qui emise i voti religiosi e insegnò per due anni. Lettore di logica ad Agen, vi studiò filosofia e, dopo tre anni, ricevette l'ordinazione sacerdotale.

Insegnò per un anno la logica nel convento carmelitano di Bordeaux, la filosofia inizialmente in quello di Albi, e poi in quello di Agen. Dopo un soggiorno di tre anni a Parigi, si recò a Cahors. Secondo le cronache, in questa cittadina, tenne un'omelia durante una processione contro una tremenda siccità: non appena terminò di predicare, il cielo scatenò improvvisamente una pioggia miracolosa.

Di ritorno nella propria provincia venne eletto dal capitolo del 15 maggio 1345 Pro­curatore Generale dell'Ordine e inviato presso la Curia Romana, che allora risiedeva ad Avignone. Fu notato dal suo conterraneo il cardinale di Périgord, Elia Talleyrand, che lo fece nominare predicatore aposto­lico e intervenne per permettergli di terminare gli studi a Parigi e divenire maestro di Teologia. Ritornato ad Avignone , riprese con successo il suo ufficio di predicatore apostolico. Nell'aprile 1353, alla morte di Papa Clemente VI, ne accom­pagnò la salma fino all'abbazia di Chaise-Dieu, predicando in tutte le dodici soste del viaggio.

eugenio

BEATO MARIA EUGENIO DI GESÙ BAMBINO
(HENRI GRIALOU)

1894 - 1967

Fondatore dell'Istituto "Notre-Dame de Vie"

 Memoria facoltativa, 4 febbraio

Henri Grialou nacque il 2 dicembre 1894 a Le Gua, in Francia, da una modesta famiglia di minatori. Fin da giovane sentì la vocazione al sacerdozio. Il 2 ottobre 1911 entrò nel seminario di Rodez. A motivo della guerra, nel 1914 dovette interrompere la sua formazione; partì col grado di caporale. Dopo una breve sosta per una ferita riportata sul fronte, ripartì come volontario al posto di un padre di famiglia. Dopo questa parentesi militare ritornò ai suoi studi in seminario, e il 4 febbraio 1922 venne ordinato sacerdote.