Verona

MONASTERO "REGINA CARMELI"

Monastero

Salita Monte Carmelo, 11

37128 - VERONA

Orario delle S. Messe
Feriali ore 7.15
Festive ore 7.30

Orari dell'apertura della Chiesa
Durante la S. Messa

Contatti
Tel./Fax 045 8348543
Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 


CENNI STORICI

La prima pietra del monastero è stata posta il 20 luglio del 1934, grazie all'ispirazione dell'allora Padre Provinciale della Provincia Veneta, P. Angelo Meneghini. Alcune giovani, da lui guidate spiritualmente, gli manifestarono infatti il desiderio di consacrare la vita al Signore entrando in un monastero claustrale carmelitano. Padre Angelo si interessò per trovare un luogo adatto alla costruzione di un Carmelo e identificò un'antica casa sulle colline cittadine, circondata da un ampio terreno racchiuso da alte mura e con una magnifica vista sulla città. Si avverava così una profezia di S. Giovanni Calabria il cui aveva detto: "Di fronte a casa Nazaret [una casa della sua opera] sorgerà un Carmelo".

I lavori di ristrutturazione proseguirono rapidi, tanto che nei primi mesi del 1935 il monastero fu in grado di accogliere le ragazze, ormai religiose, che Padre Angelo nel frattempo aveva fatto ospitare al Carmelo di Torino per una prima formazione. La fondazione vera e propria avvenne quindi il 22 febbraio di quell'anno, con il rientro del gruppo da Torino. Da quel momento si sono susseguite cerimonie di vestizioni e professioni religiose, tanto che il 13 gennaio 1949 sette monache lasciarono il monastero di Verona per una nuova fondazione a Noto, in Sicilia, e il 25 maggio dello stesso anno, altre undici partirono per Vicenza, fondando un monastero alle pendici del Santuario della Madonna di Monte Berico. Anche in seguito, vennero aiutati altri monasteri: tra il 1952 e il 1953 altre sorelle sono partite per Siracusa e nel1992 in due hanno raggiunto il Carmelo del Madagascar.

L'Eremo di S. Elia

Nel terreno del monastero, esterno alla clausura, è a disposizione l'Eremo S. Elia – per una persona - che viene dato in autogestione a chi desidera trascorrere uno o più giorni di silenzio con la possibilità di partecipare alla liturgia delle monache nella chiesa del monastero. Per informazioni, rivolgersi alle monache.

a cura delle carmelitane scalze di Verona

invito 001

S. Elisabetta della Trinità (1880-1906), dichiarata santa da Papa Francesco il 16 ottobre 2016, rappresenta uno dei vertici della spiritualità moderna che riscopre la centralità della Parola di Dio, della grazia battesimale, della partecipazione alla vita intima di Dio Trinità. Lei, giovane vivace, talentuosa, sensibile e affascinante, splendida pianista e amante della famiglia, che ha scoperto e ci comunica la realtà e la bellezza dell’essere amati e abitati dalla Trinità.