Verona Tombetta

BASILICA SANTUARIO DI S. TERESA DI GESÙ BAMBINO

stt

Via Volturno, 1
37135 - VERONA (Tombetta, zona fiera)

Orario di apertura
Mattina 6,30-12 pomeriggio 15-19,30
Lunedì chiusura alle 9 e riapertura alle 16

Orario delle S. Messe

• lunedì 7 8 16.30 (no luglio e agosto) 18.30
• da martedì a venerdì: 7 8 9 10 16.30 (no luglio e agosto) 18.30
• sabato: 7 8 9 10 16.30 18.30 (le Messe pomeridiane sono prefestive).
• domenica: 7.30 8.30 9.30 10.30 12 (no luglio e agosto) 16.30 18.30.

Orario per le confessioni

Durante l’apertura della chiesa

Contatti
Tel 045500266/045505266
Cel 3208521966

Fax 045581214

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sito web www.santateresaverona.it
Facebook www.facebook.com/basilicasteresa

 


CENNI STORICI

Nel 1810 il convento veronese dei Carmelitani Scalzi veniva soppresso e trasformato in carcere. Sul finire del secolo l’Ordine pensò di erigere un nuovo convento, ma solo con il Capitolo provinciale del 1900 si decise di dar avvio alla nuova fondazione appena fuori Porta Nuova nei pressi della località chiamata Tombetta. La signora Busti di Verona offrì generosamente un terreno di sua proprietà con la condizione di veder eretto lo chiesa e l’annesso convento.

Nel 1901 avvenne la posa della prima pietra della chiesa. Inizialmente (nel 1905) la chiesa era dedicata alla Sacra Famiglia; in seguito alla canonizzazione di S. Teresa di Gesù Bambino, il santuario sarà dedicato alla piccola carmelitana di Lisieux. Nel 1938 papa Pio XI elevò a Basilica il Santuario di S. Teresa e nel 1967 il Vescovo Carraro costituì in parrocchia la Basilica-Santuario teresiano.

L’originale facciata della chiesa in pietra di Avesa venne sostituita dall’attuale in cotto nei lavori di ristrutturazione del 1968. Il campanile che si erge elegante venne innalzato nel 1954. La porta bronzea centrale rappresenta i temi della piccola via di S. Teresa ed è stata realizzata da don Luciano Carnessali nel 1979.
L’ampia navata è corredata da otto profonde cappelle. L’artistica Via Crucis si compone di marmi locali e bassorilievi con marmo di Carrara. Le porte laterali sono sormontate dalle statue lignee di papa Pio X e Pio XI (che proclamò Teresina santa).

La cappella di S. Teresa del Bambin Gesù venne consacrata dal cardinale carmelitano Adeodato Piazza nel 1941. La zona del presbiterio è anticipata da un arco dipinto con santi carmelitani. Il ciborio fu inaugurato con l’altar maggiore nel 1929. Ideato secondo le linee delle arche scaligere, racchiude il gruppo ligneo monumentale della Sacra Famiglia e Teresina, opera del Moroder.

Il Santuario dispone di sale per l’accoglienza dei pellegrini e di sale per conferenze.

di P. Iacopo Iadarola ocd

IMG 2461 r

Tra Brescia e Verona la Provincia veneta è trasalita di gioia per l’ordinazione presbiterale e la prima Messa di fra Francesco (Conte) dell’Eucaristia, giovane frate carmelitano ormai padre. La provvidenza ha voluto far coincidere questi giorni di festa, oltre che con giornate di un azzurro glorioso in questo mese di giugno consacrato al Sacro Cuore, con i giorni cruciali della vita di una santa che è nel cuore di ogni carmelitano ma specialmente del nostro Francesco, cresciuto “al sole di Teresina” (come ha ricordato il parroco P. Luigi Passarini, nell’introdurre la prima messa di P. Francesco del nostro santuario di santa Teresa di Gesù Bambino in Tombetta).

di P. Ermanno Barucco ocd

9. Tombetta porta Cappella dx 14

L’Inno alla Carità: quattro grandi angeli

Il “messaggio nuovo” che santa Teresa porta a riguardo della piccola via dell’infanzia evangelica e della vocazione all’Amore è annunciato da quattro grandi angeli posti nelle lunette sopra le porte laterali della chiesa e della attigua Cappella dedicata alla Santa nel suo Santuario di Verona. Gli angeli sono a mezzo busto, hanno le ali spiegate e sono stati realizzati in marmo negli anni 1940-1942 quando fu edificata e decorata la “nuova” e grande Cappella della Santa e la bussola marmorea in fondo alla chiesa.

di P. Ermanno Barucco ocd

All’interno della Basilica di santa Teresa a Lisieux, nell’arco trionfale sopra la grande figura di Dio Padre, è raffigurato lo Spirito Santo come un’enorme colomba all’interno di un rombo scuro ma con raggi di luce che si irradiano in tutte le direzioni. Poiché nell’arco Trionfale c’è il Padre e sopra lo Spirito Santo, è logico quindi trovare il Figlio Gesù nella volta alta dell’abside, affiancato da Maria vergine e da Teresa.

di P. Ermanno Barucco ocd

Cinque “motti” nella Cappella

Entrando nella Cappella di santa Teresa nel Santuario a lei dedicato a Verona, si notano immediatamente le grandi parole scritte per terra: «Voglio passare il mio cielo a far del bene sulla terra».