Roma

BASILICA DI S. TERESA D’AVILA

Pinciano - Santa Teresa dAvila 1

Corso d’Italia, 37 - 00198 ROMA

Orario di apertura:
Mattino dalle 7 alle ore 12 
Pomeriggio dalle ore 16.15 alle ore 19.15

Orario S. Messe
Feriali ore 7.30 - 8.30 - 18.30
Festive ore 9.30 - 10.30 - 12 - 18.30

Orario per le confessioni:
Durante l’orario di apertura della chiesa

Contatti:
Tel. 06 87420568/9

Email convento
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Email parrocchia 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sito web www.parrocchiasantateresadavila.it 

  

CENNI STORICI

Nella zona dove in epoca imperiale c’erano gli Orti Sallustiani e dove furono decapitati i santi Ciriaco, Largo e Smaragdo, il 1 gennaio 1901 veniva posta la prima pietra della chiesa, voluta dal Generale dell’Ordine dei Carmelitani Scalzi, P. Bernardino di S. Teresa e costruita dall’arch. Tullio Passarelli. Nell’anno successivo, il 19 aprile 1902, il Cardinale carmelitano, Girolamo M. Gotti, consacrava la chiesa dedicata a S. Teresa d’Avila. Il 6 gennaio 1906 il Papa S. Pio X la erigeva in Parrocchia, una delle prime dell’Ordine carmelitano, mentre il 29 ottobre 1951 il Papa Pio XII l’elevava a Basilica Minore.
La facciata è in stile romanico-gotico lombardo con un imponente portale in bronzo (1983) opera di fra Serafino Melchiorre, carmelitano scalzo, che riproduce le tappe della vita sacramentale di S. Teresa e i passi fondamentali delle sue opere. Un campanile alto 40 metri con trifore e colonnine in travertino, si staglia con eleganza proprio di fronte alle mura Aureliane.
La chiesa si presenta a tre navate per una lunghezza di 62 metri, una larghezza di 25 metri e l’altezza di 27 metri. La volta è a crociera. Risalta l’imponenza dell’altar maggiore su cui è posta la statua marmorea di Santa Teresa. L’ampia area presbiterale è stata adattata secondo la riforma liturgica voluta dal Concilio Vaticano II.
Alle pareti laterali otto altari rappresentano Santi Carmelitani, tra i quali degno di nota quello dedicato a SantaTeresa di Gesù Bambino, tutto in mosaico eseguito da Castaman di Venezia. Nella navata di destra attirano il simulacro della Madonna del Carmine, statua policroma in legno, che riproduce quella venerata sul Monte Carmelo e un Crocifisso in bronzo, di Pietro Tacca (1577-1650). Nella navata di sinistra, invece, si trova il bel fonte battesimale, accanto al quale è stata posta la veste papale che ornò le spoglie di Pio X nel giorno della beatificazione (1951).
Tre santi hanno visitato la Basilica parrocchiale: S. Giovanni XXIII, la beata Teresa di Calcuttta e S. Giovanni Paolo II. Infine nel 2012 sono state traslate le salme dei coniugi Lelia e Ulisse Amendolagine, servi di Dio, coppia vissuta nella parrocchia il cui processo di beatificazione è terminato nella sua fase diocesana.

chiqitunga2 1

Lunedì 28 maggio alle 18.30 presso la nostra chiesa di Santa Teresa d'Avila in Corso d'Italia 37, Roma, si terrà la Messa di ringraziamento per la beatificazione di Maria Felicia di Gesù Sacramentato detta "Chiquitunga", carmelitana scalza.  Presiederà P. Romano Gambalunga, postulatore generale.

di P. Giacomo Gubert ocd

chiaramariadellapassione

Edith Stein concluse il suo articolo “Una maestra del lavoro educativo e formativo: Teresa di Gesù”, ora ripubblicato nel XVI volume delle Opere Complete (“Formazione e sviluppo dell’individualità”, Edizioni OCD, Roma, 2017), con questa considerazione: “La meravigliosa attività di formazione della nostra Santa Madre non è finita con la sua morte. La sua influenza travalica i confini del suo popolo e del suo Ordine, non rimane certamente limitata alla Chiesa ma si propaga anche a coloro che ne stanno fuori. La forza della sua parola, la veridicità e la naturalezza della sua esposizione aprono i cuori portandovi la vita di Dio. Il numero di coloro che le sono debitori della vita che conduce alla luce sarà rivelato solo nell’ultimo giorno” (i curatori si sono premurati di aggiungere la seguente nota a queste parole molto belle e vere: “È lecito supporre che Edith Stein pensi anche a se stessa e al ruolo che santa Teresa ebbe nel suo cammino di conversione”).

KT-st-Jo-silhouettes

Segnaliamo che il 24 e il 25 febbraio la nostra parrocchia di S. Teresa d'Avila, in Roma, ospiterà un corso di formazione per educatori di bambini tenuto dalle catechiste dell'Istituto Notre-Dame de Vie, fondato dal beato Maria Eugenio di Gesù bambino (di recente ricordato da Papa Francesco nei suoi auguri natalizi alla Curia romana!). 

Desktop7In questi giorni in cui malauguratamente la terra torna a tremare nel centro Italia, segnaliamo ai nostri lettori un articolo di recente uscito su Il Messaggero dedicato al frate della nostra Provincia Serafino Melchiorre, rinomato artista e conventuale di Roma, per via di una singolare iniziativa emblematica della sua creatività:

piat

Sabato 19 novembre durante il Concistoro Ordinario Pubblico Papa Francesco ha creato Cardinale S. E. Mons. Maurice Piat, Vescovo di Port-Louis (Mauritius), assegnandogli come Basilica titolare la nostra parrocchia di S. Teresa di Gesù in via Corso d'Italia a Roma.  

Con la morte del Cardinale László Paskai, il 17 luglio 2015, la nostra sede era rimasta “vacante” del titolare. Ora col nuovo Cardinale ci dovremo accordare per la presa di possesso della “sua” Basilica. Preghiamo per lui e per il servizio che è chiamato a compiere nella Chiesa!