papa

Questa mattina, in diretta su Radio Vaticana, è andata in onda una breve intervista a P. Fabio Silvestri ocd - Maestro degli Studenti nella nostra comunità di Brescia - come commento all'omelia tenuta ieri da Papa Francesco a S.Marta.

di P. Ermanno Barucco ocd

estasi

Dopo la morte di una ragazza di 16 anni, per una pasticca di ecstasy...

Il vuoto spirituale della società occidentale attuale spinge a rimpiazzare le vere esperienze spirituali con dei cloni fisici o farmaceutici. Spopolano infatti alcune interpretazioni dell’Estasi di santa Teresa del Bernini che descrivono l’estasi solo come l’esperienza di un orgasmo sessuale, divinamente ispirato semmai. E le pasticche di ecstasy che i giovani assumono al posto delle droghe classiche sono spesso il tentativo di rimpiazzare lo spirituale, che pochi o nessuno fanno percepire loro, con lo sballo fisico, cerebrale, viscerale od emozionale che sia, così da scimmiottare lo spirituale con il farmaceutico. Scimmiottandolo appunto... come si evince dal tormentone di Sanremo Occidentali’s Karma: “la scimmia nuda balla”.

maternita

Sul numero di Avvenire del 6 luglio 2017 è stata pubblicata la seguente lettera scritta dal nostro P. Ermanno Barucco (professore di teologia morale e Bioetica all'Istituto teologico di Bruxelles) sul recente caso di maternità surrogata contrattata da Cristiano Ronaldo.

«Caro Avvenire, dopo la notizia della nascita di una bambina e un bambino, figli di Cristiano Ronaldo, nati attraverso la pratica della fecondazione assistita e dell’utero in affitto, mi sento di scrivere questa lettera attraverso il nostro giornale ai due piccoli. «Benvenuti; vediamo in voi la bellezza della vita umana appena nata e la benedizione di Dio fin dal vostro concepimento. Non possiamo non vedere questo. Siete figli di Dio per diventarlo in pienezza, avete i tratti filiali del Figlio di Dio Gesù, sarete sempre più resi conformi a Lui.

di P. Aldino Cazzago ocd

cardwojtyla

Cinquant’anni fa in questi giorni, esattamente il 28 giugno 1967, l’arcivescovo di Cracovia Karol Wojtyła, unitamente ad altri 25 vescovi, riceveva dalla mani di papa Paolo VI i simboli della dignità cardinalizia. A ricordo di quel giorno, nel 2004, egli ha dedicato una sobria pagina del suo testo autobiografico Alzatevi, andiamo!. Una volta papa egli avrebbe vissuto molte volte quello stesso rito. Ricordare quei giorni significa riandare a un pezzo di storia della Polonia e della stessa Chiesa cattolica.

Oggi può sembrare strano, ma a metà degli anni ’60 furono le stesse Autorità polacche a far intendere alla Santa Sede di vedere di buon occhio la nomina di un secondo cardinale polacco. A quel tempo l’unico vescovo polacco elevato alla dignità cardinalizia era infatti il Primate di Polonia l’arcivescovo Stefan Wyszyński. L’intento, neanche troppo nascosto, era quello di creare all’interno della gerarchia un contraltare alla linea di fermezza antigovernativa dello stesso Wyszyński.

di F. Iacopo Iadarola ocd

MarinettiMariacandida

Spunti di una riflessione carmelitana sul mistero eucaristico: da Marinetti a Maria Candida

Mi avevano sempre colpito le parole di F. T. Marinetti del Manifesto tecnico della letteratura futurista: “Sostituire la psicologia dell'uomo, ormai esaurita, con l'ossessione lirica della materia” - mi erano sembrate una delle cose più dirompenti e innovative mai dette in letteratura. Ma allora ero soltanto un adolescente impressionabile, e ancora non avevo conosciuto l’originalità della fede cattolica.