L'io e Dio

 

“L’io e Dio”. Si intitola così la serie di contributi che propongono un approccio culturale all’io contemporaneo e al suo rapporto con Dio. L’appuntamento è ogni 15 giorni.

 

di P. Ermanno Barucco ocd

6003d0c73c3123ed29f1ccdc1fa028d32

 

Il film statunitense dal titolo “Dio non è morto”, del 2014, si basa sul fondamento, legittimo, che ogni uomo possa arrivare con la sua ragione ad ammettere la possibilità dell’esistenza di Dio, anche se ciò non significa ancora credere in Dio.

di P. Fabio Roana ocd

cropped-cropped-m16 prom-23-6-07 am36 10p15m st102x2 s53"I pilastri della creazione": fotografia scattata nel 1995 dal telescopio Hubble. Si tratta di colonne di gas interstellare e polveri visibili nella Nebulosa Aquila

È recente la notizia che un famoso astrofisico, Stephen Hawking, dopo aver affrontato per decenni il disfacimento del suo corpo causato da una malattia degenerativa, dando grandi frutti di conoscenza scientifica, è morto. I notiziari dicono che ha cercato di unire le leggi dell’infinitamente piccolo e dell’infinitamente grande in una teoria unificata dell’universo, una sorta di “formula di Dio”, come direbbe qualcuno, anche se in realtà, in quanto ateo, sembra che lo scienziato inglese non contemplasse la necessità del trascendente.

di P. Ermanno Barucco ocd*

giovanecoppia

Secondo le anticipazioni del Rapporto Giovani 2018 dell’Istituto Toniolo, in Italia solo il 20 % dei giovani dai 20 ai 35 anni ha già figli, circa il 40 % conosce coppie che hanno fatto ricorso alla procreazione medicalmente assistita (PMA) e il 2,1 % l’ha impiegata. Quest’ultimo valore basso si spiega perché sono le coppie di età superiore che ne fanno più uso, circa il doppio, in quanto la fecondità delle donne diminuisce rapidamente dopo i 36 anni.

di P. Ermanno Barucco ocd

gesu insegna-nella-sinagoga

Buon anno. Buon 2018. Felice anno nuovo. Santo anno. Santo? Abbiamo le formule “Santa Pasqua” o anche “Santo Natale” e questo può aiutarci magari ad augurare “Santo anno”, senza confonderlo con l’“Anno santo” che è il Giubileo proclamato dalla Chiesa per riscoprire la misericordia di Dio in alcuni anni particolari.

Ma “Anno santo” può diventare l’augurio “Santo anno”? Dobbiamo forse riandare all’episodio in cui Gesù, riprendendo il profeta Isaia, aveva proclamato di essere il consacrato inviato da Dio ad annunciare “un anno di grazia del Signore” (Lc 4,19; Is 61,1-2), l’anno giubilare della pienezza dei tempi.