L'io e Dio

 

“L’io e Dio”. Si intitola così la serie di contributi che propongono un approccio culturale all’io contemporaneo e al suo rapporto con Dio. L’appuntamento è ogni 15 giorni.

 

di P. Ermanno Barucco ocd

medioevo colori stella croce colori medioevo b arcit18

Non ci avevate forse mai pensato o fatto caso ma nel campo della bioetica colori e simboli comunicano un’idea precisa. Quale? Il rosso-arancione esprime la bioetica incentrata sul rispetto dei diritti dell’uomo o del paziente a riguardo di informazione, consenso o rifiuto delle cure, per contrastare i medici che rischiano di diventare autoritari nell’esercizio della professione. La bilancia a due piatti è il simbolo della giustizia alla quale ricorrere insieme alla lotta politica per assicurare questi diritti dell’individuo all’autonomia.

di F. Francesco Alloisio ocd

1.-enero-750x350

Giovani e Chiesa

Tra l’adolescenza e la maturità di ciascun uomo trova il suo spazio l’età della giovinezza. La Chiesa, ancora oggi, si pone in ascolto dei giovani con un atteggiamento di accogliente maternità e di fiduciosa speranza, anche attraverso forme specifiche come il Sinodo dei Vescovi (Roma, 3-28 ottobre 2018) sul tema “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale”, la Giornata Mondiale della Gioventù (Panama, 22-27 gennaio 2019) e il recente incontro su “La protezione dei minori nella Chiesa” (Roma, 21-24 febbraio 2019).

di P. Marco Sgroi ocd

cristicchi

«Adesso chiudi dolcemente gli occhi e stammi ad ascoltare...

...sono solo quattro accordi ed un pugno di parole / più che perle di saggezza sono sassi di miniera / che ho scavato a fondo a mani nude in una vita intera». Con queste parole si aprono le finestre dell’anima di Simone Cristicchi e della sua Abbi cura di me, canzone in gara alla 69° edizione del Festival di Sanremo dedicato alla canzone italiana.

di F. Iacopo Iadarola ocd

 DSC8372-001

La luna, ab immemorabili, è simbolo della Chiesa madre e sposa, astro che riflette la luce di Cristo, il Sole suo sposo che la vivifica e la feconda. I Padri si sono effusi in immagini di vertiginosa poesia per esprimere questo mistero: mysterium Lunae è il celebre capitolo di Hugo Rahner che esaustivamente ce lo ricorda, sciorinando incantevoli citazioni che spaziano da Erma a Beda1.